10 Ottobre 2020 | 11.30 – 13.30 | Ago Fabbriche Culturali

Condom USB. Come proteggere il giornalismo dalle malattie digitalmente trasmissibili

Con Raffaele Angius, Riccardo Coluccini, Fabio Pietrosanti. Valevole per i crediti Odg.

Academy & Workshops

Questo workshop è prenotabile da giornalisti regolarmente iscritti all’albo attraverso piattaforma SiGef.

Dallo spyware Exodus al riconoscimento facciale delle forze dell’ordine, la società è sempre più sottoposta a uno stato di sorveglianza permanente e quasi ineludibile. Questo vale anche per i giornalisti, il cui lavoro dipende tante volte dalla riservatezza con cui trattano i rapporti con le proprie fonti e i documenti di cui sono in possesso. A questo si aggiungono i rischi più comuni legati all’uso quotidiano di strumenti digitali, dagli attacchi di phishing ai tentativi di penetrare le reti di un giornale.

Se gli account di un giornalista vengono hackerati a essere compromessa non sarà solo la privacy personale del singolo, ma anche la riservatezza dell’identità di chiunque gli affidi le proprie confidenze. In questo workshop verranno illustrati alcuni strumenti base ed esempi concreti per mantenere una corretta igiene digitale, mostrando alcune modalità di attacco comuni — anche con esempi dal vivo — e offrendo una risposta ad alcune delle domande più diffuse: cosa accade quando si è vittime di phishing? Utilizzare la stessa password su servizi online differenti mi può compromettere davvero? E dove vanno a finire i dati e le informazioni che scambio attraverso reti Wi-Fi pubbliche? Come posso utilizzare l’autenticazione a 2 fattori sui miei account? Cos’è una security key? Il mio caricabatterie USB ha davvero bisogno di un preservativo digitale? Workshop con Raffaele Angius (giornalista freelance AGI, Wired, la Stampa), Riccardo Coluccini (Motherboard/Vice, Hermes Center), Fabio Pietrosanti (Presidente Hermes Center). Valevole per i crediti Odg.