A DIG 12 incontri speciali, aperti a tutti, sulle sfide del giornalismo

Sicurezza informatica, tecniche di inchiesta, podcast e whistleblowing: anche quest’anno DIG offre 12 workshop di alta formazione gratuiti e accreditati
Una delle DIG Academy 2021 (© Barbara Pasquariello)

DIG Festival 2022: “Stay Gold” ospiterà nuovamente la DIG Academy, il nostro programma di alta formazione per giornalisti e giornaliste.

Durante il festival, che si terrà a Modena dal 22 al 25 settembre, saranno in programma 12 workshop dedicati a temi fondamentali per il giornalismo contemporaneo.

Si parlerà di reporting di guerra, verifica dei contenuti provenienti dai social media e di indagini open source.

Ampio spazio anche alla sicurezza e alla tutela delle fonti, con incontri dedicati alla information security, alla gestione dei rapporti con i whistleblower e al benessere psicologico dei giornalisti esposti a contesti ed eventi sensibili.

Infine, spazio al podcast di inchiesta e alle tecniche video di indagine e agli strumenti online fondamentali per il data journalism e l’informazione digitale.

Tutti i workshop della Academy sono realizzati in collaborazione con realtà di altissimo spessore sia nazionali che internazionali, come, tra gli altri, Bellingcat, Forensic Architecture, Google News Initiative NBC News, Privacy International e Transparency International Italia.

Tutti i workshop della DIG Academy sono gratuiti e aperti anche al pubblico di non addetti ai lavori. Grazie al patrocinio dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna, della Fondazione Ordine Giornalisti Emilia-Romagna, dell’Associazione della Stampa Emilia-Romagna (ASER) e della Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI), i workshop offrono anche crediti validi per la formazione continua dei giornalisti.

Le giornaliste e i giornalisti interessati all’ottenimento dei crediti può iscriversi già da ora sulla piattaforma https://formazionegiornalisti.it.

Gli eventi restano comunque ad accesso libero per tutte e tutti fino a esaurimento dei posti disponibili. Chi volesse partecipare senza accreditamento potrà presentarsi agli eventi senza alcuna registrazione.

Tutti i workshop dell’Academy di DIG Festival 2022 avranno luogo negli spazi della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia in via San Geminiano 3, a Modena.

Ecco i workshop inclusi nel programma di DIG Festival 2022: “Stay Gold”. Il programma completo del Festival sarà annunciato tra qualche giorno su dig-awards.org.

Giovedì 22 settembre

Ore 10.30-12.30 | Aula Convegni

“Search, Verification, Investigation e Pinpoint”

In collaborazione con Google News Initiative

Ore 14.00-16.00 | Aula Convegni

“Come investigare la violenza di confine con il metodo forensic: un approccio innovativo”

Con Lorenzo Pezzani (Forensic Architecture) e Alberto Nerazzini (DIG)

Ore 16.30-18.30 | Aula Convegni

“L’inviato dentro al conflitto e la guerra dell’informazione”

Con Laura Silvia Battaglia (giornalista) e le testimonianze delle inviate Francesca Mannocchi e Stefania Battistini


Venerdì 23 settembre

Ore 10.30-12.30 | Aula Convegni

“Sicurezza informatica e igiene digitale per giornalisti che pensano di non averne bisogno”

Con Raffaele Angius (giornalista), Philip Di Salvo (DIG), Fabio Pietrosanti (Hermes Center for Transparency and Human Digital Rights)

Ore 14.00-16.00 | Aula Convegni

“Come indagare le tecnologie e il business della sorveglianza”

Con Antonella Napolitano (Privacy International), Ilia Siatitsa (Privacy International) e Valerio Bassan (DIG) – Workshop in lingua inglese con traduzione simultanea

Ore 16.30-18.30 | Aula Convegni

“A Caccia della voce. Tecniche, regole e potenzialità del Podcast”

Con Matteo Caccia (giornalista) e Alessia Cerantola (Organized Crime and Corruption Reporting Project (OCCRP)


Sabato 24 settembre

Ore 10.30-12.30 | Aula Convegni

“Giornalisti e whistleblower: un rapporto in evoluzione e come “attrezzarsi” per gestirlo”

Con Giorgio Fraschini (Transparency International Italia), Giulio Valesini (RAI) e Francesco Zambon (whistleblower)

Ore 14.00-16.00 | Aula Convegni

“Il metodo Bellingcat: indagini open source (OSINT) tramite la geolocalizzazione”

Con Aiganysh Aidarbekova (Bellingcat) e Valerio Bassan (DIG) – Workshop in lingua inglese con traduzione simultanea

Ore 16.30-18.30 | Aula N

“Videogiornalismo investigativo in Italia”

Con Sacha Biazzo (Fanpage) e Alberto Nerazzini (DIG)


Domenica 25 settembre

Ore 10.30-12.30 | Aula N

“Tecniche di verification e fact-checking sui social media”

Con Matteo Moschella (NBC News) e Valerio Bassan (DIG)

Ore 14.00-16.00 | Aula Convegni

“Violenza, sicurezza e trauma: la guerra ai giornalisti”

Con Juliana Ruhfus (Dart Centre Europe), Cecilia Anesi (Investigative Reporting Project Italy – IRPI), Mona Shtaya (7amleh – The Arab Center for the Advancement of Social Media) – Panel in lingua inglese con traduzione simultanea

Ore 16.00-18.00 | Aula N

“Data journalism: trovare i dati, usarli per una storia, visualizzarli”

In collaborazione con Google News Initiative

Newsletter Updates

Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per iscriverti alla nostra newsletter