01 giugno 2019 | 22.30 | Spazio Tondelli

Thurston Moore (Sonic Youth) e Giorgio Poi

Un grande appuntamento con la musica live per chiudere la giornata clou di DIG Festival 2019. Ingresso 20 euro più diritti di prevendita.

Live & Performances

→ Biglietti disponibili a questo link

Il DIG Festival ospita l’unica data italiana in solo di Thurston Moore, storico leader dei Sonic Youth. Chitarrista e cantante, Moore si presenta a Riccione sulla scia dei suoi più recenti successi, The Best Day e Rock n Roll Consciousness, album che l’hanno riconfermato come uno dei maestri del rock d’avanguardia.

Inserito da Rolling Stone nella lista dei cento migliori chitarristi di tutti i tempi, Moore è reduce da uno dei lavori più originali della sua carriera, il live Galaxies, una sinfonia per dodici chitarre in cui ha ricoperto il triplice ruolo di compositore, strumentista e direttore d’orchestra.

Oltre a essere uno dei musicisti più apprezzati al mondo, è noto anche per la qualità letteraria dei suoi testi: una qualità che l’ha portato a insegnare alla Jack Kerouac School, la scuola di scrittura fondata da Allen Ginsberg e Anne Waldman.

Sullo stesso palco salirà una delle rivelazioni della scena indie italiana, Giorgio Poi, polistrumentista e paroliere dalla voce inconfondibile. Novarese di nascita e romano di adozione, Giorgio Poi si è diplomato in chitarra jazz alla Guildhall School di Londra e ha fondato la band Vadoinmessico (poi Cairobi), protagonista di tour in Europa e negli Stati Uniti.

Il debutto da solista è del 2017 con Fa niente, raccolta di canzoni d’amore malinconiche e psichedeliche eletta da Rockit disco dell’anno. Il 2018 è l’anno della consacrazione: i Phoenix lo chiamano ad aprire i concerti di Milano, Parigi, New York e Los Angeles, mentre in Italia duetta con Frah Quintale, Carl Brave, Calcutta e collabora con Francesco De Leo, Franco126 e Luca Carboni. A Riccione presenta Smog, il suo ultimo album.