DIG Awards 2021

Finalisti Audio

Riservata a prodotti giornalistici di storytelling audio (singoli podcast e intere audio serie) che affrontino temi di attualità con abbondanza di elementi investigativi e utilizzando approcci innovativi e un taglio inedito.

All The Prime Minister’s Men (Ep. 3)

Al Jazeera Investigations Unit

Il terzo e ultimo episodio di questo podcast completa il resoconto del complotto ideato da una potente famiglia criminale del Bangladesh, insieme ai servizi segreti, per portare a compimento un colpo di stato nel paese. In questo lavoro di scavo, realizzato dalla Investigative Unit di Al Jazeera e costato due anni di ricerche, i reporter agiscono sotto copertura, svelando gravi episodi di corruzione che arrivano fino alle alte cariche dello stato asiatico. L’inchiesta, che è diventata virale sui social, ha dato origine a una tempesta mediatica e politica in Bangladesh.

Inside Lactalis – A law unto itself

Inès Léraud, Mariane Kerfriden | Disclose

L’inchiesta di Disclose in partnership con “France Culture” sulla multinazionale agroalimentare francese Lactalis ha svelato per la prima volta l’entità delle pratiche contestabili del gruppo: le carenze nel campo della sicurezza alimentare, il grave inquinamento dei fiumi, la dissimulazione delle informazioni, le disfunzioni nei meccanismi di controllo, l’evasione delle tasse su larga scala e la caccia ai whistleblower. Un ritratto lontano anni luce dalla presentazione ufficiale della multinazionale come di “un business attento, rispettoso dell’ambiente, dei suoi collaboratori e esigente in materia di rispetto degli standard sanitari”. 

Cry Like a Boy

Naira Davlashyan, Marta Rodríguez Martínez, Lillo Montalto Monella | Euronews

Questa serie podcast originale di Euronews racconta storie di uomini africani schiacciati da un rigido sistema di ruoli sociali, che lottano per il cambiamento dentro di sé e nelle loro comunità, portando avanti una campagna di gender equality e mettendo in discussione una visione tossica della mascolinità. I 17 episodi di “Cry Like a Boy” combinano una parte di reportage realizzati da giornalisti locali in cinque Paesi Africani (Burundi, Senegal, Lesotho, Guinea, Liberia) con discussioni in studio che integrano punti di vista africani ed europei.