DIG Awards 2021

Finalisti Investigative Long

Riservata a inchieste video, edite o inedite, della durata minima di 30 minuti. Gli autori dovranno utilizzare fonti originali e tecniche investigative per far emergere elementi di novità rispetto al tema trattato.

All the Prime Minister’s Men

Al Jazeera Investigations Unit | Qatar/Regno Unito 2021 | 60′

Il documentario rivela il complotto ideato da una potente famiglia criminale del Bangladesh, insieme ai servizi segreti, per portare a compimento un colpo di stato nel paese. In questo lavoro di scavo, realizzato dalla Investigative Unit di Al Jazeera e costato due anni di ricerche, i reporter agiscono sotto copertura, svelando gravi episodi di corruzione che arrivano fino alle alte cariche dello stato asiatico. L’inchiesta, che è diventata virale sui social, ha dato origine a una tempesta mediatica e politica in Bangladesh.

The Baby Stealers

BBC Africa Eye | Kenia/Regno Unito 2020 | 51′

L’inchiesta porta alla luce il funzionamento del mercato nero dei bambini rapiti in Kenya. I reporter, che hanno agito sotto copertura per un anno mettendo a rischio la propria vita, sono riusciti a infiltrarsi all’interno di alcune organizzazioni dedite al traffico di bambini, raccogliendo storie strazianti: neonati venduti a 450 euro dopo essere stati portati via dalle proprie madri senza tetto, oppure rapiti da operatori sanitari corrotti in uno degli ospedali più grandi di Nairobi. L’uscita di questo documentario ha portato all’arresto immediato dei trafficanti e alla predisposizione di una task force statale dedicata a contrastare il fenomeno del traffico dei bambini.

Dirty Clothes

Mission Investigate SVT | Svezia/Lituania 2021 | 58′

Questo documentario, realizzato dal team di Mission Investigate – programma della televisione nazionale svedese SVT – racconta come la criminalità organizzata si dedichi al traffico di vestiti raccolti dalle organizzazioni umanitarie, rivendendoli per ricavarci milioni di euro. Grazie all’uso di dispositivi GPS, di telecamere nascoste e di droni, i reporter sono stati in grado di smascherare un’organizzazione internazionale di trafficanti attiva in diversi Paesi. Il documentario è stato uno dei programmi televisivi più visti in Svezia nel 2021.

Giulio Regeni: Buried Facts

Alaraby Television Network | Italia/Egitto/Regno Unito 2021 | 58′

Questa inchiesta affronta gli sviluppi nelle indagini sull’omicidio del ricercatore italiano Giulio Regeni, avvenuto nel 2016 al Cairo. La squadra investigativa di Alaraby TV è riuscita a ottenere due testimonianze esclusive, che attestano come Regeni sia stato tenuto in carcere, torturato e interrogato presso il quartier generale dell’Intelligence Egiziana tra il 28 e e il 29 gennaio 2016. In collaborazione con l’avvocato della famiglia Regeni, Alessandra Ballerini, e il procuratore Sergio Colaiacco, il team di giornalisti è riuscito anche a ricostruire un preciso identikit dei sospetti torturatori. I genitori e l’avvocato di Regeni hanno in seguito dichiarato che, proprio grazie a queste nuove testimonianze, nutrono ancora speranza di far luce sulla vicenda.

Three Days that Stopped the World

Al Jazeera Investigative Unit | Qatar/Cina 2021 | 48′

Il documentario racconta la storia di due giornaliste cinesi, inviate a Wuhan dalla televisione di stato, e di un’inchiesta censurata ancor prima della pubblicazione. Attraverso la vicenda di queste coraggiose reporter, gli spettatori ripercorrono le prime ore dopo la scoperta del Covid-19, assistendo all’istituzione del primo lockdown nella popolosa città cinese. Censurato dal governo, il reportage non è mai stato pubblicato; Al Jazeera è però riuscita a entrare in possesso delle loro interviste e dei loro diari, fornendo uno spaccato unico di come la Cina reprima il dissenso e silenzi le voci non allineate, incluse quelle dei suoi stessi giornalisti.